Bari - 26/02/2015

Vieni a conoscerci dal vivo

Giovedi 26 febbraio alle ore 18.00 presso la Libreria Roma, piazza Aldo Moro 13 Bari, il Consiglio direttivo dell’associazione di promozione sociale “il mondo che voglio” presenta:

“Una realtà separata che merita di essere vissuta”

Primo di una serie di incontri dedicati all’innovativa proposta associativa che ha già ricevuto un’entusiasmante accoglienza a Roma, a Milano e in tante altre città italiane.

Durante l’incontro è prevista una presentazione preliminare di uno straordinario progetto sociale, risultato degli studi ultratrentennali di 20 ricercatori indipendenti. Inoltre sarà condivisa una descrizione sintetica di alcune proposte innovative finalizzate a superare la gran parte dei problemi che affliggono la nostra vita.

Da due progetti editoriali, mai pubblicati per scelta dell’autore, “Fantarealtà” e “Lavoro? No! Grazie …”, è nata una idea, unica nel suo genere, che prevede, tra l’altro, la diffusione gratuita dei contenuti delle due opere (via web) oltre all’applicazione concreta delle stesse soluzioni proposte, in modo assolutamente sostenibile e perfettamente integrato con la realtà sociale attuale.

Obiettivo della serata è quello di dimostrare che è possibile giungere rapidamente alla totale autosufficienza e all’indipendenza di piccoli gruppi di persone, migliorando nel contempo la qualità della vita di tutti, nonostante la “crisi”.

La soluzione proposta, già in avanzato stato di realizzazione in due località pugliesi, prevede l’armonia con le leggi vigenti, oltre alla totale assenza di interferenze di qualsiasi partito o movimento politico.

Il titolo dell’incontro prende spunto dall’omonimo libro di Castaneda, per dare risalto al fatto che la realtà a cui siamo abituati è molto diversa da quella in cui avremmo potuto vivere da oltre cento anni a questa parte.

Le scoperte tecnologiche dell’ultimo secolo, infatti, ci consentono di impostare le nostre regole sociali in modo decisamente più motivante di quello attuale.

Per chi volesse approfondire le proposte dell’associazione, suggeriamo di lasciare il proprio nome e la propria email sul sito www.ilmondochevoglio.it. Vi verranno inviati gratuitamente, in modo cadenzato, una serie di dodici podcast (testi, relative registrazioni audio in formato mp3 e contenuti di altri autori a supporto dei risultati della ricerca iniziale), che sintetizzano lo speciale percorso in nove passi verso l’indipendenza e la liberazione da ogni forma di subordinazione dell’essere umano.

A causa del limitato numero di posti disponibili, suggeriamo vivamente di prenotarsi, direttamente presso la Libreria Roma, oppure attraverso l’apposito modulo predisposto in questa pagina.

Programma

“Una realtà separata che merita di essere vissuta”

Relatore: Giuseppe Maiorano (Vice Presidente)

  • L’associazione “Il Mondo Che Voglio”: nascita e propositi
  • Il “fare solidale” come filosofia di una Nuova Era
  • Gestione Patrimoniale: Azzeramento o riduzione dei costi abitativi

Abbiamo elaborato nuove formule residenziali, che al minimo ci consentono di raddoppiare i benefici dell’abitare rispetto alle attuali soluzioni disponibili. Gruppi pacifici, solidali e sincronici, unici nel loro genere, operano, al fine di ottenere aggregati sociali fortemente resilienti, con una alta qualità di vita.

 


Relatrice: Silvana Masciopinto (Consigliere Direttivo)

  • Ecosistemi residenziali autosufficienti

In un lontano passato le prime aggregazioni abitative erano sapientemente costruite secondo le risorse naturali del luogo e nel rispetto delle “leggi della natura”, in un clima di solidarietà umana che consentiva la crescita e l’evoluzione sapienziale di ciascun individuo. Oggi, un enorme sviluppo tecnologico asservito alle “leggi del mercato economico” quindi del profitto, solo per pochi individui, ha creato falsi bisogni artificiali, abitazioni e città disumane, relegando l’individuo in un abisso di solitudine e disperazione, in cui smarrisce la propria esistenza.
Gli “ Ecosistemi Residenziali Autonomi e Indipendenti” indirizzano correnti di pensiero per costruire una società resiliente in cui la dignità di ogni individuo brilli per proprio splendore.


Relatore: Daniele Quarta (Consigliere Direttivo)

  • Perché produrre e condividere apparecchiature superando i concetti commerciali?
  • Aggregazioni Produttive Solidali (.A.P.S.)

Le A.P.S. rappresentano speciali forme associative, non a scopo di lucro, finalizzate alla produzione e all’utilizzo, all’interno esclusivo della stessa associazione, di apparecchiature innovative.

“Uscire dalla crisi è possibile soltanto rilanciando lo sviluppo….”
Questa affermazione ci è caduta così tante volte sulla testa, che oramai è diventata una nostra “verità” acquisita, una nostra “credenza”.

Ma cosa si intende veramente per sviluppo?
Noi abbiamo una idea ben chiara di sviluppo sostenibile e come si possa realizzare oggi, partendo da noi stessi.
Nessuna delega!

 

 


Relatore: Giovanni Lapadula (Consigliere Direttivo)

  • L’indipendenza informativa e quella formativa.
  • La Independent Free University (I.F.U.)

Il nostro scopo è quello di riunire la conoscenza necessaria ad effettuare il salto tecnologico guidato dalla spiritualità verso una nuova era, distribuendo queste conoscenze gratuitamente. La nostra proposta segue le linee guida del concetto di open-source. Ogni persona dovrà poter accedere liberamente, e contribuire a migliorarne i contenuti.

Stiamo creando e promuovendo una base molto ampia di ricercatori che supportino attivamente i creatori di nuove tecnologie. Al tempo stesso, vogliamo formare le persone affinché siano pronte ad utilizzare queste tecnologie, possibilmente riproducendole nella propria casa.

 


Relatore: Attilio Pirrelli (Tesoriere)

  • Il mondo che voglio è soprattutto un progetto spirituale
  • L’indipendenza economica e la cultura del dono

La realtà che viviamo, in ogni sua forma – quella materiale, dinamica e concettuale – è perennemente soggetta al divenire, in un eterno progetto evolutivo.

L’adozione di differenti stili di vita e di nuove tecnologie nel quotidiano richiede, nel contempo,una visione più evoluta dell’esistenza, che esalti lo spirito di solidarietà e collaborativo tra gli esseri umani.

L’Uomo, interiormente più libero e consapevole, è oggi in grado di cogliere ed imitare ciò che Madre Natura ci insegna, per esempio, nella fisiologia umana ove, dall’armonico funzionamento del nostro corpo, è possibile acquisire alte lezioni di Politica, Economia, Finanza e tutto quant’altro è necessario perché l’Uomo possa vivere in armonia con i propri simili.

 


Brevi note sui relatori

Giuseppe Maiorano

Ingegnere, informatico, imprenditore, formatore aziendale e ricercatore indipendente.

Ideatore del Sistema di trasporto ottimizzato (Optimized Transport System – brevetto O.T.S.), della rete di “isole del risveglio Cyber Island” (sistemi sociali modulari indipendenti e integrabili ovunque), del concetto di “Ecosistema Residenziale Autosufficiente” (E.R.A.), della proposta immobiliare di “Gestione Patrimoniale Solidale” (G.P.S.), delle “Aggregazioni Produttive Solidali” (A.P.S.).
Cofondatore e vice presidente dell’associazione di promozione sociale “il mondo che voglio”, delegato alle soluzioni riguardanti l’indipendenza alimentare ed idrica.

Silvana Masciopinto

Architetto e ricercatrice indipendente.

Architettura Residenziale secondo i Principi :

  • della BioArchitettura
  • della BioClimatizzazione ( Interazione Energetica tra Vegetazione e Ambiente Costruito )
  • del rapporto matematico “Aureo” negli Ordinamenti Metrici delle Forme
  • del risparmio energetico
  • della sostenibilità ambientale
  • della sostenibilità sociale “ Ecosistemi Residenziali Autonomi e Indipendenti”

Arredamento, progetto e realizzazione di mobili con metodiche e tecniche Bio Eco Compatibili.
Cofondatrice e membro del consiglio direttivo, delegata alle soluzioni relative all’indipendenza immobiliare, dell’associazione di promozione sociale “il mondo che voglio” .

Daniele Quarta

Dottore in Informatica, Manager nel settore dei trasporti, formatore aziendale, ricercatore indipendente.

Fondatore e presidente dell’Associazione Casa Tomash – in Salento per il benessere duraturo, ricercatore e trainer olistico, advanced PSYCH-K, advanced bioanalogia, formatore, poeta, attore e regista treatrale.

Cofondatore e membro del consiglio direttivo, delegato alle soluzioni relative all’indipendenza energetica e dei trasporti e della salute dell’associazione di promozione sociale “il mondo che voglio”.

Giovanni Lapadula

Maestro di Arti marziali, ricercatore indipendente.

Ha studiato e insegnato per oltre 30 anni arti marziali con maestri giapponesi, meditazione per 20 anni con sciamani, uomini di conoscenza, maestri zen, Il suo percorso gli ha consentito di accedere ad una fondamentale consapevolezza: l’elemento essenziale nell’armonia dell’Uomo con l’Universo è l’Agire..

Cofondatore e membro del consiglio direttivo, delegato alle soluzioni relative all’indipendenza formativa dell’associazione di promozione sociale “il mondo che voglio” .

 

Attilio Pirrelli

Commercialista, ricercatore indipendente.

Operativo nelle aree amministrativa, fiscale e strategica di aziende industriali, commerciali e di servizi.
Amministratore e rappresentante in Italia di società di respiro nazionale ed internazionale.

Negli ultimi anni è attivo su più percorsi di ricerca, soprattutto interiore, tendenti tutti alla scoperta delle reali potenzialità dell’essere umano.

Cofondatore e membro del consiglio direttivo, delegato alla tesoreria e alle soluzioni relative all’indipendenza economica dell’associazione di promozione sociale “il mondo che voglio” .

 

Ingresso Libero
Libreria Roma
piazza Aldo Moro 13
70122 Bari

Se imparassimo ad utilizzare la O al posto della S quando utilizziamo la parola “speranza”, avremmo sicuramente dei risultati piuttosto che semplicemente delle aspettative.

Giuseppe Maiorano