Quando conviene ai proprietari proporre questo tipo di accordi?

Il contratto di Gestione Patrimoniale Solidale prevede il versamento, da parte del “gestore” o “comodatario”, di un fondo di completamento delle opere previste per l’Ecosistema Residenziale Autosufficiente, da concordare di volta in volta con i proprietari. Sia i “gestori” che i “proprietari devono essere soci della nostra associazione.
Queste somme sono solitamente necessarie per portare a termine uno degli speciali progetti residenziali. all’interno dei quali è inserito l’immobile scelto dallo stesso “gestore”.

Per dar seguito concreto al progetto di cui sopra, talvolta, può essere prevista anche la convergenza contemporanea di più “comodatari”. In tali circostanze i versamenti definitivi dei fondi di completamento dovranno essere necessariamente contemporanei, tuttavia le singole prenotazioni preliminari potranno avvenire in modo separato.
Tutte le somme versate alla sottoscrizione dei singoli contratti definitivi sono normalmente restituite, in modo garantito, al termine del contratto, comprensive degli interessi legali maturati.

Rispondi